Vai al menu principale  Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Lodi
Homepage > Registro Imprese e REA > Start up innovativa

Start up Innovativa

banner start up innovativa - vai al sito esternoLo Stato ha adottato una normativa per supportare nuove tipologie di aziende: le startup innovative. Queste imprese godono di benefici nel caso soddisfino alcuni requisiti e si iscrivono alla sezione speciale del registro delle imprese. Possono essere startup innovative sia società nuove, sia società costituite da meno di 4 anni, quest'ultime perché si iscrivano nell'apposita sezione del registro delle imprese entro 60 gg dalla entrata in vigore della legge n. 221 del 2012, cioè entro il 16 febbraio 2013.

È ora disponibile la quarta edizione (aggiornata a gennaio 2015) della Guida nazionale contenente le informazioni e le istruzioni sugli adempimenti amministrativi necessari per l'iscrizione delle società start up innovative al registro delle imprese. La Guida intende fornire le istruzioni necessarie per la compilazione della domanda di iscrizione al registro delle imprese delle start up innovative. La nuova edizione comprende inoltre le istruzioni per il deposito dell'aggiornamento periodico delle informazioni iscritte al registro imprese e per il mantenimento dell'iscrizione nella sezione speciale delle start-up innovative.

  • Guida sulla start-up innovativa
    Consulta l'edizione, aggiornata a gennaio 2015, in formato pdf 1.214 kb
  • Dichiarazione del possesso dei requisiti di impresa start-up innovativa
    Scarica il modello, aggiornato con le modifiche ai requisiti introdotte dal D.L. 76/2013, in formato pdf 207 kb
  • Guida per startup innovative a vocazione sociale alla redazione del "Documento di Descrizione dell'Impatto Sociale"
    Scarica la guida in formato pdf 983 kb
  • Guida Incubatori
    Consulta l'edizione, aggiornata a gennaio 2015, in formato pdf 1.489 kb
  • Dichiarazione del possesso dei requisiti di incubatore certificato di start-up innovativa
    Scarica il modello in formato pdf 504 kb.

Si tratta di guide con contenuti piuttosto tecnici, fruibili in particolare dall'utenza che utilizza con frequenza i servizi anagrafici e telematici del registro imprese.

Start up Innovativa: Cessione quote S.r.l.

L'atto di cessione di quote è da considerarsi soggetto ad imposta di bollo, in quanto non si tratta di atto della società (esentata dall'imposta di bollo perché iscritta nella apposita sezione speciale), ma di atto dei singoli soci (indicazione dell'Agenzia delle Entrate); per lo stesso motivo il suddetto deposito sconta il pagamento dei diritti di segreteria.

Durata dei benefici fiscali per le società start up innovative già costituite alla data di entrata in vigore della legge n. 221/2012 (19 dicembre 2012)

Unioncamere e il Ministero dello Sviluppo Economico, con propria nota del 7 maggio 2014, hanno definito l'arco temporale di riferimento entro il quale le start up innovative già costituite alla data di entrata in vigore della legge 221/2012, possono beneficiare dei vantaggi fiscali previsti dalla normativa.

Consulta la nota (in formato pdf 43 kb) che riporta la durata di applicazione della disciplina delle start up innovative.

Consulta il riepilogo sulle società iscritte alla sezione delle start-up innovative.
Dal 6 ottobre l'elenco delle startup innovative, disponibile sul sito startup.registroimprese.it, non conterrà più la colonna "impresa a vocazione sociale". Il Ministero dello Sviluppo Economico intende infatti rivedere i criteri di riconoscimento di questa tipologia di imprese e, in attesa della nuova formulazione, ha chiesto di sospendere l'esposizione dello status di "impresa a vocazione sociale" dall'elenco.

Spese in attività di ricerca e sviluppo

Unioncamere e il Ministero dello Sviluppo Economico, con propria nota del 29 aprile 2014, hanno fornito le seguenti precisazioni sul requisito opzionale delle spese in attività di ricerca e sviluppo per la registrazione di start-up innovative:

a. Le start-up neocostituite possono avvalersi del requisito delle spese di ricerca e sviluppo, qualora il legale rappresentante ne attesti gli importi relativi mediante una previsione dettagliata di dette spese che l'impresa intende sostenere nel corso del primo esercizio di attività (attribuibili al primo esercizio secondo il principio di competenza)

b. le spese di ricerca e sviluppo non devono essere dichiarate dalle imprese che si dichiarano start-up in quanto possiedono uno degli altri due requisiti di cui all'art. 25 comma 2, lettera h) del Decreto Legge n. 179/2012, convertito con modifiche con Legge n. 221/2012.

Per ulteriori informazioni consulta la nota di Unioncamere e del Ministero (in formato pdf 56 kb).

ATTENZIONE: L'attività di mera commercializzazione di prodotti innovativi, non qualifica l'impresa che la svolge come start-up innovativa, a meno che tale commercializzazione non abbia essa stessa caratteristiche innovative (il mero e-commerce non integra tali caratteristiche).

Vai al sito interattivo startup.registroimprese.it.

Per ulteriori informazioni:
Area Anagrafe Economica
Tel. 0371/4505.1
registro.imprese@lo.camcom.it

Ufficio per le Relazioni con il Pubblico
urp@lo.camcom.it


  
  • vai alla pagina dell'URP
  • Invest in Lombardy. Vai al sito
  • Parco Tecnologico Padano
  • Expo 2015. Vai al sito esterno
  • impresa in un giorno .gov
  • Start up. Vai alla pagina
  • Per l'impresa. Informazione, orientamento, ascolto
  • contratti di rete
  • CNS. Vai alla pagina
  • Progetto Excelsior. Vai alla pagina
  • Lombardia Point. Vai alla pagina
  • worldpass sportello per l'internazionalizzazione
  • Annuario statistico. Vai al sito
  • Impresa in un giorno: direttiva servizi.
  • Trail Lombardia - vai al sito esterno
  • LodiExport Consorzio lodigiano per l'esportazione