Vai al menu principale  Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Lodi
Homepage > Registro Imprese e REA > Certificati e visure

Visure, fascicoli, copie atti

Certificati e visure

Salta la fila

salta la codaE' possibile consultare on-line le visure ordinarie e storiche, anche in lingua inglese, i bilanci e gli atti di tutte le società e di ottenere così in pochi secondi le principali informazioni legali, economiche ed amministrative accedendo al sito registroimprese.it.

 

certificati in lingua ingleseCertificati e visure camerali hanno affiancato alla loro versione italiana anche quella in lingua inglese, arricchendo così l’offerta dei documenti ufficiali che possono essere richiesti all’anagrafe delle imprese delle Camere di Commercio Italiane. Il progetto si inserisce nell’ambito del cosiddetto decreto “Destinazione Italia” che punta a creare misure per favorire gli investimenti in Italia da parte delle imprese estere e dall’altra facilitare l’accoglienza delle imprese italiane nell’ambito delle economie straniere. Video promozionale

Il Certificato è una dichiarazione scritta rilasciata dalla Camera di Commercio finalizzata ad attestare la veridicità delle notizie relative alle imprese individuali o società iscritte in Albi o Registri tenuti dalla Camera di Commercio.

I certificati hanno validità di certificazione per sei mesi dalla data di rilascio (nel caso in cui non siano intervenute variazioni).

Esistono diverse tipologie di certificati:

  • ordinario: contiene tutte le informazioni relative all’impresa (Denominazione – Sede - C.F. - P. IVA – Durata - Oggetto sociale - Attività svolta - Legali rappresentanti)

  • storico: oltre ai dati del certificato ordinario riporta l’elenco delle modifiche effettuate dal 19/02/96
  • ordinario o storico con vigenza (può essere richiesto alla Camera di Commercio presso la quale ha sede l'impresa; per la richiesta effettuata su altre provincie è possibile rilasciare il certificato solo se è stato concesso il collegamento informatico): in aggiunta alle informazioni stampate sul certificato ordinario, in calce allo stesso è apposta una postilla che attesta che la ditta in questione non è sottoposta a procedure concorsuali (esempio: liquidazione, fallimento, liquidazione amministrativa coatta), di regolamento giudiziario o di concordato preventivo.
  • assetti proprietari: riporta, oltre ai dati minimi relativi all’impresa, la suddivisione in quote o azioni del capitale sociale ed i relativi titolari.
  • protesti: attesta la condizione di protestato/ la non ricorrenza di protesti a carico di una persona fisica o giuridica.

La Visura è un documento che riporta le informazioni relative alle imprese individuali o società iscritte in Albi o Registri tenuti dalla Camera di Commercio, ma differisce dal certificato in quanto non è opponibile nei confronti di terzi

Tipologie di Visure:

  • ordinaria: contiene tutte le informazioni relative all’impresa (Denominazione – Sede - C.F. - P. IVA – Durata - Oggetto sociale - Attività svolta - Legali rappresentanti), informazioni da statuto/ statuto depositato, capitale e strumenti finanziari, soci e titolari di diritti su quote o azioni, sindaci negli organi di controllo, scioglimento/ procedure concorsuali/ cancellazione, trasferimenti d'azienda/ fusioni/ scissioni/ subentri, attività/ albi/ ruoli e licenze, sedi e unità locali, amministratori, sindaci/ membri organi di controllo, titolari di altre cariche o qualifiche.
  • storica: oltre ai dati della visura ordinaria riporta la storia delle modifiche effettuate dal 19/02/96
  • protesti: attesta la condizione di protestato/ la non ricorrenza di protesti a carico di una persona fisica o giuridica.

E' possibile scaricare direttamente la modulistica dal sito.

Costi

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato in data 17/07/2012 il Decreto interdirigenziale che approva gli importi dei diritti di segreteria.

Modalità di accesso

Per sapere dove è possibile ottenere un certificato o una visura camerale

segue

Nuove Visure con RQ Code

Scopri le novità della visura ufficiale - vai al sito esterno

Guarda il manifesto ed il video.

Per richiedere on-line la visura vai al sito registroimprese.it

Accesso ai dati da parte delle Pubbliche Amministrazioni per le certificazioni relative al Registro Imprese

La "Legge di stabilità 2012" prevede che i certificati rilasciati dalla Pubblica Amministrazione relativi a stati, qualità personali e fatti sono validi ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati e pertanto le Pubbliche Amministrazioni devono acquisire d'ufficio tutti i dati in possesso delle altre P.A. senza chiederli direttamente all'interessato.

Sui certificati è apposta, a pena di nullità, la dicitura "Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi".

Come effettuare le verifiche sulle autocertificazioni

Pubbliche Amministrazioni

Dal 30 aprile 2012 è attivo il servizio centralizzato per la decertificazione amministrativa.
Le Pubbliche Amministrazioni che necessitano di verificare, a campione o sistematicamente, le autocertificazioni prodotte dalle imprese e dai cittadini, possono trovare immediata risposta tramite questi servizi telematici camerali.

La registrazione al portale VerifichePA e la sottoscrizione di apposite convenzioni con InfoCamere danno accesso a due tipologie di servizi:
- Documento di Verifica Autocertificazione.
- Elenchi di caselle PEC;

Per le modalità di accesso ai servizi centralizzati per la decertificazione sono previste due fasi distinte, con livelli di autenticazione diversi.
L'Amministrazione, che deve essere iscritta all’Indice delle Pubbliche Amministrazioni, inserisce tramite le pagine del sito VerifichePA i dati anagrafici del soggetto incaricato, l'ente di riferimento e l'indirizzo PEC depositato all'Indice PA. Inoltre deve trasmettere al Call Center, via fax, il modulo cartaceo scaricato dal sito, compilato e sottoscritto, accompagnato dalla copia di un documento di identità valido.
Dopo aver ricevuto, alla propria casella PEC, le credenziali per l'accesso, l'amministrazione deve accettare via web le condizioni di utilizzo specifiche di ogni servizio di cui intende usufruire (Documento di Verifica Autocertificazione, Elenchi di PEC).
Le modalità di accesso in vigore saranno sempre dettagliatamente illustrate nelle pagine del sito VerifichePA.

E' inoltre attivo, dal 30 aprile 2012, un servizio di assistenza telefonico dedicato, che risponde al numero 06/64892900, a cui le Pubbliche Amministrazioni possono rivolgersi per informazioni e supporto.

L'accesso ai certificati camerali con dicitura antimafia sarà organizzato tramite un nuovo sito e un apposito sistema di registrazione e autenticazione.

Gestori di Pubblici Servizi

In attesa delle risposte ai quesiti posti ai Ministeri dello Sviluppo Economico e per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, tesi a chiarire in particolare la modalità di erogazione dei certificati ai gestori di pubblici servizi, la prassi sarà la seguente:

  • le certificazioni saranno rilasciate su richiesta dei Gestori di pubblici servizi, pervenuta tramite PEC all’indirizzo cciaa@lo.cert.legalmail.it, esclusivamente per imprese iscritte nel Registro tenuto dalla Camera di Commercio di Lodi;
  • alla richiesta dovrà essere allegata copia della dichiarazione sostitutiva ricevuta dal Gestore nell'ambito di un'attività di natura pubblica;
  • le risposte saranno fornite via PEC entro 5 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta.
  • la mancata allegazione della copia della dichiarazione sostitutiva darà luogo all'emissione di un certificato o visura a pagamento e pertanto il richiedente dovrà rivolgersi direttamente allo sportello camerale più vicino alla propria sede.

Poiché in genere le informazioni presenti in un certificato del Registro delle Imprese sono numerose e complesse, coloro che temano di riportarle nella dichiarazione in modo incompleto o non corretto, anche con riguardo alle sanzioni penali previste in caso di dichiarazioni false, possono comunque richiedere alla Camera di commercio un "modello di dichiarazione sostitutiva", contenente queste informazioni, soggetto al solo pagamento di 5,00 euro per diritti di segreteria ed esente dall'imposta di bollo. Tale dichiarazione non deve essere sottoscritta in presenza dell'addetto allo sportello, quindi può essere richiesta da chiunque e non necessariamente dal soggetto che la firmerà. È sufficiente che il richiedente precisi allo sportello il nominativo del firmatario, in modo che il suo nominativo sia inserito nell'intestazione della dichiarazione.

Anche nell'ipotesi in cui si utilizzi il modello di dichiarazione sostitutiva, la responsabilità per dichiarazioni mendaci (art. 76 del DPR 445/2000) rimane interamente in capo al firmatario.

Si invitano quindi gli interessati a controllare i dati contenuti del modello e qualora questi non siano, o non siano più, corrispondenti alla verità a provvedere di conseguenza ad aggiornare con le modalità ordinarie le risultanze del Registro delle Imprese.

Responsabile per le attività previste dall'art. 15 della Legge 12/11/11 n. 183 è l'ufficio Servizi Interni.

Per informazioni:
Verifiche PA - Servizio de-certificazione amministrativa
verifichepa.infocamere.it

Call Center
tel. 06/64892900


  
  • vai alla pagina dell'URP
  • Invest in Lombardy. Vai al sito
  • Parco Tecnologico Padano
  • Expo 2015. Vai al sito esterno
  • impresa in un giorno .gov
  • Start up. Vai alla pagina
  • Per l'impresa. Informazione, orientamento, ascolto
  • contratti di rete
  • CNS. Vai alla pagina
  • Progetto Excelsior. Vai alla pagina
  • Lombardia Point. Vai alla pagina
  • worldpass sportello per l'internazionalizzazione
  • Annuario statistico. Vai al sito
  • Impresa in un giorno: direttiva servizi.
  • Trail Lombardia - vai al sito esterno
  • LodiExport Consorzio lodigiano per l'esportazione