Vai al menu principale  Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Lodi
Homepage > Parco Tecnologico Padano

Parco Tecnologico Padano

Parco Tecnologico PadanoIl Parco Tecnologico costituisce oggi un elemento portante della strategia di sviluppo della ricerca e del trasferimento tecnologico per la filiera zootecnica ed agroalimentare non solo lombarda ma anche italiana ed europea. Esso ospita gli organismi di ricerca operativi sul territorio in un contesto di sinergia continua fra le attività svolte dagli organismi di ricerca presenti al suo interno e mediante collaborazioni specifiche con gli Istituti Sperimentali attivi sul territorio lombardo, che operano nei settori lattiero-caseario, colture foraggere, orticoltura, cerealicoltura, zootecnica, meccanizzazione agraria. Grazie alle competenze sviluppate, il PTP offre ai suoi partner una vasta gamma di servizi: dalla formazione alle innovative piattaforme tecnologiche, dai più moderni strumenti di diagnostica molecolare, per garantire sicurezza alimentare, tracciabilità e qualità delle produzioni, ai servizi per veterinaria e settore farmaceutico.

Per ulteriori informazioni:
www.ptp.it

Polo dell’Università e della ricerca dedicato al settore zootecnico ed agroalimentare

Il 23 febbraio 2009 Regione Lombardia, Università degli studi di Milano, ISU, Provincia, Comune e Camera di Commercio di Lodi hanno sottoscritto l’Accordo di Programma per la realizzazione del Polo dell’Università e della ricerca dedicato al settore zootecnico ed agroalimentare a Lodi (3° AdP). Il testo sottoscritto riassume, integra e sostituisce i due precedenti accordi di programma approvati nel 1998 e nel 2001 e giunge al termine di un percorso iniziato nel 1996 che ha coinvolto la Camera di Commercio di Lodi sin dalle prime fasi d’avvio del progetto.

Grazie ai due precedenti accordi è stata consentita la realizzazione e l’insediamento presso il Polo Universitario e della ricerca di Lodi delle seguenti strutture:

  • CERSA (Centro Ricerche e Studi Agroalimentari) articolato in 6 sezioni di ricerca che gode di fama internazionale nel campo delle biotecnologie applicate al settore agroalimentare
  • Istituti di ricerca del CNR –IBBA
  • Istituto sperimentale “Lazzaro Spallanzani”
  • UNIMI Facoltà d’Agraria, Istituto Sperimentale Zooprofilattico
  • Ospedale Veterinario per grandi animali (Facoltà di medicina veterinaria)
  • Centro didattico Sperimentale Zootecnico
  • l’incubatore di imprese presso il Parco Tecnologico Padano (ad oggi ospitante 16 imprese)
  • Dipartimento di Produzione Vegetale (Facoltà di Agraria)
  • Dipartimento di Scienze Molecolari Agroalimentari e Microbiologiche
  • Dipartimento di Entomologia Agraria
  • Istituto di Patologia Vegetale
  • Istituto di Zootecnia Generale

Tra i singoli dipartimenti universitari, CERSA, laboratori di ricerca degli istituti insediati e imprese incubate si è creata - grazie all’apporto del motore di sviluppo del Polo che è, statutariamente, il Parco tecnologico Padano - una sinergia che ha prodotto risultati apprezzati anche all’estero, soprattutto per quanto concerne in particolare la ricerca scientifica, che viene condotta da scienziati di primo piano a livello internazionale e da équipes di tecnici altamente qualificati.

Secondo l’Accordo, il completamento del cluster d’eccellenza prevede la costruzione di tutti gli edifici necessari per realizzare entro il 2012 il trasferimento dell’intera Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Milano, oltre al completamento di alcune strutture già presenti nel Parco, quali l’Ospedale per piccoli animali e il Centro Zootecnico Didattico Sperimentale e il trasferimento delle strutture di ricerca dipartimentali a vocazione biotecnologica della Facoltà di Agraria. Le nuove strutture ospiteranno anche laboratori e unità di ricerca connessi alla specializzazione del Polo, scuole di specializzazione, dottorati, master e percorsi didattici di alta formazione nel settore delle biotecnologie agroalimentari.

A corredo delle strutture universitarie è stato previsto il restauro della Cascina Codazza – attualmente ultimato- al fine di ospitare l’ISU con servizi di mensa e 50 alloggi per gli universitari. L’accordo si prefigge infine loAlimenta sviluppo della ricerca e del trasferimento tecnologico grazie all’apporto estremamente qualificato del CERSA, nonché l’implementazione dell’incubatore d’imprese, oggi denominato “ALIMENTA” e la creazione del Business Park, nell’area di proprietà pubblica individuata.

Le azioni previste per la realizzazione degli obiettivi dell’Accordo specificate nel testo sono volte alla realizzazione delle strutture e infrastrutture necessarie; alla mobilitazione delle risorse finanziarie per tali interventi; alla definizione degli impegni degli enti sottoscrittori per l’attuazione delle opere previste.

Università ed Enti Territoriali procederanno quindi ad affidare le opere di costruzione a seguito dell’istituzione di una apposita Società di Trasformazione Urbana che opererà avvalendosi della collaborazione di un partner finanziario.

La Camera di Commercio di Lodi si è impegnata nelle azioni connesse alla realizzazione del CERSA e all’insediamento di strutture pubbliche e/o private destinate ad attività e a servizi complementari alle attività universitarie e di ricerca ed ha sostenuto dal 2004 ad oggi l’attività di ricerca del CERSA, concernente progetti di maggiore interesse per il mondo imprenditoriale.


  
  • vai alla pagina dell'URP
  • Invest in Lombardy. Vai al sito
  • Parco Tecnologico Padano
  • Expo 2015. Vai al sito esterno
  • impresa in un giorno .gov
  • Start up. Vai alla pagina
  • Per l'impresa. Informazione, orientamento, ascolto
  • contratti di rete
  • CNS. Vai alla pagina
  • Progetto Excelsior. Vai alla pagina
  • Lombardia Point. Vai alla pagina
  • worldpass sportello per l'internazionalizzazione
  • Annuario statistico. Vai al sito
  • Impresa in un giorno: direttiva servizi.
  • Trail Lombardia - vai al sito esterno
  • LodiExport Consorzio lodigiano per l'esportazione